Inaugurazione della Casa del Sole: ringraziamenti e uno sguardo al futuro

Post 58 di 62
Inaugurazione Casa del Sole

Giovedì 14 novembre si è tenuta l’inaugurazione della Casa del Sole. Questo evento ha rappresentato per i ragazzi disabili, le loro famiglie e la Cooperativa Cecilia la conclusione di un percorso denso, avventuroso e affascinante durato quasi tre anni.

La realizzazione del progetto ha vissuto momenti “complicati” ma questo non ci ha fatto desistere e la gioia provata per la sua conclusione ci ha ripagato di difficoltà e problemi che abbiamo dovuto affrontare.

Siamo stati felici ed orgogliosi di aver inaugurato la splendida Casa che vedrà 4 ragazzi disabili abitarla, alla presenza di moltissimi amici, tra cui molti donatori, e delle istituzioni pubbliche che hanno voluto dimostrare grande apprezzamento per il lavoro di inclusione e partecipazione che siamo riusciti a realizzare.

Un grazie di cuore alle famiglie di Jacopo e Daniele che hanno permesso e dato inizio al sogno.

Grazie ai moltissimi donatori e sostenitori senza i quali nulla sarebbe stato possibile. Grazie alle aziende che con entusiasmo hanno aderito, in modo particolare ad Autostrade per l’Italia S.p.A e alla SIDRA (Società Italiana Dragaggi).

Grazie alle Istituzioni che hanno voluto partecipare con la volontà di impegnarsi a dare continuità e futuro alla Casa del Sole e in particolare all’Assessore alle Periferie e lavori pubblici del Comune di Roma Paolo Masini, all’Assessore alle politiche sociali e sport della Regione Lazio Rita Visini, all’Assessore alle politiche sociali del Municipo VII di Roma Capitale Daniela De Lillo, alla Presidente della Commissione politiche sociali di Roma Capitale Erica Battaglia, alla deputata del Parlamento Italiano on. Laura Coccia e alla Presidente della Commissione politiche sociali del Municipo VII di Roma Capitale Valeria Vitrotti.

E in ultimo un grazie anche a noi della Cooperativa Cecilia che da subito abbiamo aderito con entusiasmo, passione e risorse economiche alla realizzazione di un progetto che vuole essere solo l’inizio di un percorso che permetta la nascita di servizi dedicati all’inclusione sociale nei quali la comunità fatta di cittadini, istituzioni, aziende profit e mondo della cooperazione sociale partecipino paritariamente per sviluppare una cultura solidale fatta di convivenza civile e benessere sociale.

Taglio del nastro della Casa del Sole

Condividi sulle reti sociali:

Articolo scritto da: Cooperativa Cecilia

MENU