Invecchiamento attivo: la Cooperativa Cecilia lancia una campagna di crowdfunding

Post 45 di 62
centro-anziani-melograno

Che cosa se ne fanno gli anziani di un tablet?

È questa la domanda a cui rispondono Francesca Lucherini e Giulia Niccolini, due studentesse dell’Università la Sapienza di Roma e future psicologhe.

Grazie all’impegno delle due studentesse, è stata avviata una campagna di crowdfunding per consentire l’acquisto di cinque tablet, da utilizzare nelle attività quotidiane dei due centri diurni per anziani fragili gestiti dalla Cooperativa Cecilia nel territorio del Municipio Rm VII.

L’idea di realizzare questa campagna fa seguito alle attività del progetto InTOUCH, di cui abbiamo parlato ampiamente qui. InTOUCH punta alla costruzione e condivisione della memoria degli anziani per mezzo della narrazione digitale, il cui strumento principale è un tavolo digitale multitouch a disposizione degli anziani.

L’obiettivo del progetto, diretto dal Dott. Stefano Ventura e dalla Dott.sa Alessandra Talamo della Facoltà di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma e realizzato insieme agli operatori e alla Dott.ssa Maria Grazia Letizia della nostra cooperativa, è stimolare partecipazione e invecchiamento attivo degli anziani più fragili.

La risposta degli utenti dei nostri due centri è stata entusiasta.

Rispondendo alla domanda iniziale, molti studi provano che l’utilizzo di Internet e delle nuove tecnologie da parte degli anziani ha effetti positivi sulla loro qualità della vita, poiché li spinge a sentirsi autonomi, al passo con i tempi e con maggiore possibilità di dialogare con le giovani generazioni (con i nipoti, per esempio).

crowdfunding-anziani

La raccolta di fondi on line per i nostri centri su Eppela

Se la campagna di crowdfunding dovesse raggiungere il suo traguardo, chi avrà donato renderà possibile l’acquisto dei 5 tablet e il loro impiego a potenziamento del progetto InTOUCH e per l’uso quotidiano da parte degli anziani ospiti dei centri “L’Arcolaio” e “Il Melograno”.

Per sostenere l’idea di Francesca e Giulia e aiutare gli anziani dei nostri centri basta poco. Con una donazione a partire da 2 euro su Eppela, portale italiano dedicato al crowdfunding, potrai dare il tuo contributo a un piccolo grande progetto (aiutando anche le due studentesse, visto che la campagna rientra tra gli obiettivi della loro tesi di laurea: chapeaux!). Oltre alla soddisfazione di aver sostenuto una buona causa, riceverai anche una ricompensa nel caso l’obiettivo della campagna sarà raggiunto.

Registrarsi su Eppela e fare la tua donazione è molto semplice, ma se hai bisogno di aiuto non esitare a contattarci.

Nel video seguente potrai ascooltare Francesca e Giulia e conoscere meglio il progetto e la campagna a suo sostegno. Segui anche la pagina Facebook “Insieme si può fare Progetto di crowdfunding a supporto degli anziani”, appositamente creata, e condividila con tutti i tuoi contatti insieme a quest’articolo. Ci aiuterai a far conoscere il progetto e a raccogliere donazioni per i nostri anziani.

Il nostro ringraziamento va a tutti voi e, ovviamente a Francesca e Giulia per il loro impegno.

Solo una nota sul crowdfunding. Si tratta di una forma di finanziamento dal basso, nata negli Stati Uniti e dalla rapida diffusione anche in Italia, che utilizza gli strumenti di Internet per raccogliere fondi (anche con microdonazioni) a favore di idee e progetti pubblicati su piattaforme specializzate come Eppela.

Condividi sulle reti sociali:

Articolo scritto da: Cooperativa Cecilia

MENU