“Formica d’Oro” 2016: Premiata la Cooperativa Cecilia Onlus

Post 27 di 62
Premio

Il Premio “Formica d’Oro” assegna ogni anno un riconoscimento alle buone pratiche nei servizi sociali, a quelle azioni e metodologie efficaci, innovative, e replicabili. Il Forum Terzo Settore Lazio si impegna a premiare ogni anno “esempi positivi”.

L’obiettivo del premio, quindi, è far conoscere le buone prassi a un pubblico più vasto, favorendone la replicabilità in situazioni simili da parte di altri soggetti.

La Cooperativa Cecilia Onlus ha partecipato al concorso con due progetti innovativi: la creazione di una Casa Famiglia per disabili gravi, che vuole far fronte al problema del “Dopo di Noi”. La struttura è stata realizzata oltre che con il proprio investimento diretto, con il sostegno delle famiglie dei ragazzi diversamente abili che la vivono e dei donatori sollecitati con azioni di raccolta fondi. Il secondo progetto con cui abbiamo partecipato è quello dell’assistenza domiciliare leggera agli anziani in condominio nel quartiere di Don Bosco.

Abbiamo vinto il premio proprio per l’innovatività e la creatività del progetto riguardante “Dopo di noi” e siamo stati fra i premiati del 2016. Come indicato nella pergamena, la premiazione è un riconoscimento più vasto all’importante azione che la nostra cooperativa svolge a sostegno delle fasce più deboli della popolazione nella periferia romana.

La consegna del premio è stata intervallata da momenti di cultura e riflessione, quali la lettura dei testi sulla legalità e la corruzione da parte dell’artista Paola Rizza e il toccante racconto di Shahrzad Sholeh, rappresentante dell’Associazione Donne Democratiche Iraniane residenti in Italia, alla quale il Forum ha voluto assegnare menzione speciale per la lotta contro la violazione dei diritti umani in Iran.

Una bellissima iniziativa e un importante riconoscimento per il lavoro della Cooperativa Cecilia.

Premio "Formica d'Oro" 2016 alla Cooperativa Cecilia

Premio “Formica d’Oro” 2016 alla Cooperativa Cecilia

Condividi sulle reti sociali:

Articolo scritto da: Cooperativa Cecilia

MENU